2018/07/20 – Modifica delle condizioni contrattuali per la clientela mobile – Prezzi delle offerte ed opzioni a partire dal 1 giugno 2018

A partire dal 1 giugno 2018, i prezzi delle offerte ed opzioni mobili attivate entro il 30 novembre 2017 ed in vigore al 31 maggio 2018, sono stati ridotti nella misura dello 0,1%.

L’importo corrispondente alla suddetta percentuale di riduzione, a storno di quanto fatturato, verrà accreditato in un’unica soluzione nelle fatture di novembre o dicembre 2018, a seconda del periodo di fatturazione.

I Clienti interessati dalla suddetta variazione riceveranno, entro la fine del mese di luglio 2018, apposita comunicazione da parte di TIM e potranno verificare le offerte e le opzioni mobili attive sulla/e linea/e, nonché i prezzi in vigore fino al 31 maggio 2018, consultando la fattura TIM oppure l’Area Clienti riservata in questo sito o sul sito mybusiness.it.

DIRITTO DI RECESSO

Il Cliente che non intenda accettare le variazioni sopra indicate, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, ha il diritto di recedere dal Contratto o dalla singola offerta/opzione mobile, nonché di passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro e non oltre il 31 agosto 2018, tramite una delle seguenti modalità:

  • lettera all’indirizzo postale Telecom Italia, Servizio Clienti Business, indicato in fattura
  • fax al numero gratuito 800.423.131
  • sito web (accedendo all’Area Clienti con le proprie credenziali di accesso)
  • Servizio Clienti 191 e per le Medie e Grandi Aziende l’800.191.101
  • PEC all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it
  • Negozi diretti, per i clienti Partita IVA e liberi Professionisti (per trovare il negozio diretto TIM più vicino tim.it/negozi-tim)

A tale comunicazione è necessario allegare una fotocopia del documento d’identità del titolare del contratto, specificando nell’oggetto della comunicazione: “Modifica delle condizioni contrattuali”.

La suddetta comunicazione deve essere inviata anche se si intenda recedere e passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione, specificando nella stessa che il passaggio ad altro operatore viene effettuato per “Modifica delle condizioni contrattuali”.

Nel caso in cui, alla data del 31 agosto 2018, sulla/e linea/e fossero in corso pagamenti rateali per l’acquisto di prodotti (es. telefono, tablet, etc.), sarà possibile continuare a pagare le rate fino al termine naturale di scadenza previsto o saldare le rate residue in unica soluzione, specificando tale richiesta nella comunicazione di recesso.

Nel caso in cui l’offerta abbia un vincolo temporale di permanenza (es. perché si è beneficiato di offerte promozionali), non saranno addebitati gli importi contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata entro il 31 agosto 2018.

Per maggiori informazioni sulle suddette variazioni e sulle modalità per esercitare il diritto di recesso, oppure per scegliere un’eventuale altra offerta TIM più adatta alle singole esigenze, è possibile contattare il Servizio Clienti 191 o visitare questo sito. Per le Medie e Grandi Aziende è a disposizione il numero 800.191.101 o il referente abituale.