2017/12/15 – MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO PER LA CLIENTELA MOBILE

A partire dal 1° gennaio 2018, in attuazione a quanto disposto dalla Legge n. 172/17 del 4 dicembre 2017 in tema di cicli di fatturazione, TIM adotterà, per le Offerte/Opzioni Business di telefonia mobile e per le relative promozioni e/o condizioni di miglior favore, una valorizzazione su base mensile, anziché ogni 4 settimane, di Canoni (per le linee di abbonamento) e Contributi (per le linee ricaricabili), con conseguente fatturazione degli stessi su base bimestrale, anziché ogni 8 settimane.

Tale modifica non comporterà alcuna variazione della spesa complessiva annuale, ma si sostanzierà nella riduzione del numero di Canoni e Contributi addebitati in un anno (da 13 a 12).

Per effetto della divisione della spesa annuale per 12 anziché per 13 l’importo di ciascun Canone e Contributo risulterà maggiorato del 8,6%.

Fanno eccezione le seguenti Offerte/Opzioni, nelle versioni abbonamento e ricaricabile, in quanto per esse sarà mantenuto invariato l’importo di Canoni e Contributi, pur a fronte della riduzione a 12 del numero di Canoni e Contributi addebitati in un anno, determinando così una riduzione della spesa annuale pari al 7,9%:

TIM Professional/Professional Large/Professional Unlimited EU, TIM Tutto Senza Limiti/Tutto Large/Tutto Medium/Tutto Small EU, TIM Senza Problemi/Senza Problemi Più EU, TIM Europa 1GB, TIM Europa 5GB, TIM

Europa 15GB, TIM Europa Usa, TIM Europa 500, M2M EU, SIM CARD M2M – BASE 1, SIM CARD M2M – BASE 2, Internet Twin Card, Professional GigaFree, Insieme GigaFree, 5 EUROGIGA VIP, 20 EUROGIGA VIP e Servizi di Reperibilità.

Inoltre, TIM addebiterà nell’ultima fattura, con modalità di valorizzazione a 8 settimane, l’eventuale rateo dei Canoni e dei Contributi residui dovuti fino al 31 Dicembre 2017.

Tutte le altre condizioni economiche e contrattuali resteranno invariate.

 

 DIRITTO DI RECESSO

I Clienti che non intendano accettare la variazione sopra indicata, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, hanno il diritto di recedere dal Contratto o dalle singole Offerte/Opzioni, ove previsto, oppure di passare ad altro operatore, senza costi, dandone comunicazione scritta entro e non oltre il 20 gennaio 2018 a TIM nelle seguenti modalità: tramite l’invio di una raccomandata A/R all’indirizzo postale indicato in  fattura, oppure via fax al numero gratuito 800.423.131 o tramite PEC all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it.

Nella suddetta comunicazione è necessario specificare nell’oggetto la seguente dicitura: “MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO” ed allegare alla stessa una fotocopia del documento d’identità del Cliente titolare del contratto da cessare.

Si precisa che, per tale comunicazione, non è obbligatorio l’invio tramite raccomandata A/R.

Per i Clienti che decidessero di recedere e alle linee interessate dalla presente modifica fosse associato un contratto per l’acquisto rateizzato di un prodotto, si applicherà, alla data di efficacia del recesso,  quanto previsto nello specifico Profilo commerciale e/o Offerta e, in assenza di specifica previsione nel Profilo/Offerta,  quanto previsto all’art. 6 delle Condizioni Generali di Vendita con pagamento in 24 rate/Soluzione Unica (reperibili nella sezione modulistica).

 

Per maggiori informazioni sulla suddetta variazione e sul diritto di recesso, oppure per scegliere un’eventuale altra offerta TIM più adatta alle singole esigenze, è possibile contattare il Servizio Clienti 191 o visitare questo sito. Per le Medie e Grandi Aziende è a disposizione il numero 800.191.101 o il Referente abituale.